Circolo Arci Il Quartiere, benvenuti!

Un po' di storia...

ll Circolo Arci Il Quartiere, affiliato ad Arci Nuova Associazione, è stato fondato agli inizi degli anni sessanta da un gruppo di giovani stanchi di una situazione alquanto disgregata.

Costoro decidono di mettersi insieme per creare un punto di riferimento nel quartiere (città studi), creando un circolo ricreativo e culturale, che utilizzava come sede uno scantinato di una casa popolare dello IACP in Via Amadeo 29, gli stessi locali che nell'ultima guerra servirono come rifugio e base logistica di un nucleo di donne partigiane.

Tornando agli anni sessanta, in quell'epoca il gruppo del Circolo non aveva un vero e proprio programma da perseguire; in compenso è animato da uno spirito, se vogliamo anche goliardico, che fa si che siano le prime feste fatte al circolo, a dare un primo e grosso segnale dell'importanza che avrebbe avuto poi la sua presenza nel quartiere.
Le condizioni politico-culturali della realtà storica influenzeranno poi le tendenze del gruppo del circolo.

Nel '68 si determina l'impegno in diversi ambiti, anche i piu` disparati, ma sicuramente di rilevanza sociale, tanto da coinvolgereun numero sempre piu` alto di persone. Nel mezzo del '68 il gruppo si sfalda per motivi politici. Nel '70 si apre una fase di recupero del Circolo e dei suoi indubbi valori culturali, ad opera di un gruppetto di appartenenti ad alcuni partiti politici della sinistra, che con grossi sforzi ne hanno risollevato le sorti. Ricordando con nostalgia questo periodo d'oro del circoloin cui ebbero i natali artistici alcuni dei personaggi più famosi dellospettacolo, amici del circolo che animavano le serate di Musica e di Cabaret. Personaggi come Enzo Iannacci, Nanni Svampa, Renato Pozzetto in coppia col suo allora inseparabile amico Cocky.

Da allora il Circolo ha cercato di stare al passo coi tempi cercando, nel limite delle proprie possibilità, di rispondere alle esigenze del quartiere, anche promuovendo e proponendo nel corso degli anni diversi tipi di attività come corsi di musica, lingue, computer, gite escursionistiche in montagna, sci, dibattiti, cineforum, concerti, teatro ed infine iniziative per i bambini.

Alla fine degli anni 90 il Circolo Arci Il Quartiere ha dovuto abbandonare la storica sede di via Amadeo 29, non più abitabile, ed ha trovato ospitalità presso il circolo Martiri di Turro in via Rovetta 14, con cui attualmente condivide la sede.